Giuseppe Di Francia

Direttore 

La soddisfazione di aver realizzato un sogno ad occhi aperti è il piacere più grande per colui che riuscì ad immaginare un arcobaleno di incanto, fascino e magnificenza per il suo domani: «Una grande soddisfazione – ha dichiarato con gli occhi visibilmente emozionati Giuseppe Di Francia – aver realizzato il mio sogno. La nostra forza negli anni è stata l’innovazione e la formazione, quindi proporre sempre qualcosa di diverso, qualcosa di ancora non realizzato. Punto da non dimenticare è l’esclusività, perché aumentando il numero degli eventi non abbiamo mai abbassato la guardia. Abbiamo sempre voluto mantenere un matrimonio al giorno, rifiutando numeri più alti, ma questo ci ha premiati perché abbiamo sempre puntato sulla qualità. Noi dobbiamo garantire e dare soddisfazione alle famiglie che scelgono di darci fiducia per materializzare il sogno di una vita». Il destino, la perseveranza, valori profondi hanno permesso a Di Francia di pronunciare il fatidico “sì” al cospetto della sua creatura: «A fare la differenza non sono io, Giuseppe Di Francia, ma la famiglia Caposperone, il cuore di tutti coloro che diventano fondamentali nella scalata per arrivare alla perfezione del giorno più importante della storia di una coppia».

Giuseppe Di Francia

Direttore 

La soddisfazione di aver realizzato un sogno ad occhi aperti è il piacere più grande per colui che riuscì ad immaginare un arcobaleno di incanto, fascino e magnificenza per il suo domani: «Una grande soddisfazione – ha dichiarato con gli occhi visibilmente emozionati Giuseppe Di Francia – aver realizzato il mio sogno. La nostra forza negli anni è stata l’innovazione e la formazione, quindi proporre sempre qualcosa di diverso, qualcosa di ancora non realizzato. Punto da non dimenticare è l’esclusività, perché aumentando il numero degli eventi non abbiamo mai abbassato la guardia. Abbiamo sempre voluto mantenere un matrimonio al giorno, rifiutando numeri più alti, ma questo ci ha premiati perché abbiamo sempre puntato sulla qualità. Noi dobbiamo garantire e dare soddisfazione alle famiglie che scelgono di darci fiducia per materializzare il sogno di una vita». Il destino, la perseveranza, valori profondi hanno permesso a Di Francia di pronunciare il fatidico “sì” al cospetto della sua creatura: «A fare la differenza non sono io, Giuseppe Di Francia, ma la famiglia Caposperone, il cuore di tutti coloro che diventano fondamentali nella scalata per arrivare alla perfezione del giorno più importante della storia di una coppia».

Contact PersonRichiedi Consulenza

Franco De Domenico

Responsabile del personale

La ricerca della massima qualità nelle attività che animano l’agire della lussuosa struttura di Caposperone Resort investe tutti i settori nei quali la fattività del sogno dell’ideatore Giuseppe Di Francia ha trovato realtà. A tal fine, dunque, per garantire agli ospiti di Caposperone tutti i comfort di un matrimonio da mille e una notte, diventa centrale il ruolo svolto da De Domenico, addetto alle risorse umane, incaricato di selezionare le migliori figure professionali all’interno della struttura, con lo sguardo sempre puntato alla ricerca della perfezione che è il leitmotiv della mission aziendale della famiglia di Caposerone. Il lavoro di De Domenico, la cui mansione principale è quella di coordinare lo staff di questo angolo di paradiso sito nella Costa Viola, risulta prezioso nella stretta sinergia venutasi a creare con la wedding planner, Natalia Saffioti, dal momento che diventa un tratto comune coniugare i dettagli delle nozze con la gestione dei dati dei banchetti. Il continuo aggiornamento e la voglia di accaparrarsi i migliori prospetti del panorama calabrese testimoniano la volontà di Caposperone di privilegiare l’aspetto umano nella creazione di quella squadra vincente che pone l’azienda ai vertici nel settore dell’organizzazione di eventi da favola.

Natalia Saffioti

Wedding Planner

La cura minuziosa dei dettagli rappresenta quel quid in più che consente a Caposperone Resort di ottenere consensi che provengono dai vari angoli della Calabria. Natalia Saffioti, dunque, wedding planner della struttura, assume un ruolo di rilevante importanza nella preparazione delle nozze. Alla wedding planner, di conseguenza, va consegnato di diritto l’Oscar per il ruolo di attore non protagonista ma che assume una valenza preminente per quella pellicola di vita che scorre nell’album dei ricordi di marito e moglie: «Una wedding planner – sono queste le parole di Natalia – è una consulente che aiuta gli sposi ad affrontare passo dopo passo l’organizzazione di un matrimonio, tutti i lati organizzativi dell’evento. Il compito è quello di consigliare coloro che scelgono di fare il grande passo nella scelta dell’abito, del bouquet, come lo sposo deve accogliere la sposa, le regole di bon ton sulla tavola o in chiesa, una serie di indirizzi che la wedding planner propone per centrare tutti gli obiettivi inerenti le nozze». Una lista di buone maniere, la rigidità inflessibile nella sacralità dell’evento, il piglio autorevole di chi deve attenersi sempre ad una tabella di marcia (nuziale), sono queste le prerogative essenziali che certificano la bontà del lavoro offerto da Natalia Saffioti: «Trasparenza, sincerità, pazienza: sono queste le regole principali che vanno rispettate quando ci si rapporta con una wedding planner. Le cose sulle quali non si transige sono quelle norme di bon ton necessarie per far sì che un evento sia necessariamente perfetto. Sugli orari, ad esempio, sono abbastanza rigida. Grazie all’esperienza e alla formazione fatta qui a Caposperone riesco a dare quella che è la consulenza ideale per le scelte che riguardano questo meraviglioso giorno. Pianificazione e cura dei dettagli sono le prerogative fondamentali in questo lavoro».

Contact PersonRichiedi Consulenza
Contact PersonRichiedi Consulenza

Natalia Saffioti

Wedding Planner

La cura minuziosa dei dettagli rappresenta quel quid in più che consente a Caposperone Resort di ottenere consensi che provengono dai vari angoli della Calabria. Natalia Saffioti, dunque, wedding planner della struttura, assume un ruolo di rilevante importanza nella preparazione delle nozze. Alla wedding planner, di conseguenza, va consegnato di diritto l’Oscar per il ruolo di attore non protagonista ma che assume una valenza preminente per quella pellicola di vita che scorre nell’album dei ricordi di marito e moglie: «Una wedding planner – sono queste le parole di Natalia – è una consulente che aiuta gli sposi ad affrontare passo dopo passo l’organizzazione di un matrimonio, tutti i lati organizzativi dell’evento. Il compito è quello di consigliare coloro che scelgono di fare il grande passo nella scelta dell’abito, del bouquet, come lo sposo deve accogliere la sposa, le regole di bon ton sulla tavola o in chiesa, una serie di indirizzi che la wedding planner propone per centrare tutti gli obiettivi inerenti le nozze». Una lista di buone maniere, la rigidità inflessibile nella sacralità dell’evento, il piglio autorevole di chi deve attenersi sempre ad una tabella di marcia (nuziale), sono queste le prerogative essenziali che certificano la bontà del lavoro offerto da Natalia Saffioti: «Trasparenza, sincerità, pazienza: sono queste le regole principali che vanno rispettate quando ci si rapporta con una wedding planner. Le cose sulle quali non si transige sono quelle norme di bon ton necessarie per far sì che un evento sia necessariamente perfetto. Sugli orari, ad esempio, sono abbastanza rigida. Grazie all’esperienza e alla formazione fatta qui a Caposperone riesco a dare quella che è la consulenza ideale per le scelte che riguardano questo meraviglioso giorno. Pianificazione e cura dei dettagli sono le prerogative fondamentali in questo lavoro».

Contact PersonRichiedi Consulenza

Isabella Gioffrè

Responsabile  reception 

Rappresenta l’anello di congiunzione tra le esigenze di coloro che vogliono trascorrere attimi di felicità nella struttura e la coordinazione di tutto il lavoro necessario, dall’accoglienza all’uscita del cliente, per rendere magici ed intensi gli attimi vissuti in uno dei principali luoghi di riferimento di benessere del panorama della Piana di Gioia Tauro. Un impegno, dunque, a 360 gradi, una programmazione certosina affinché i dettagli risaltino sui particolari, la professionalità di chi ha la responsabilità di mettere in atto un percorso perfetto per chi crede in quel luogo incantato che risponde al nome di Caposperone Resort: «Mi occupo – ha dichiarato Isabella Gioffrè – della gestione dei miei colleghi, della prenotazione, della parte online, della gestione booking e del back office. Importante è soprattutto l’accoglienza del cliente, bisogna fare tutto al meglio, cercare di risolvere tutte le problematiche che dovessero verificarsi durante il soggiorno o nella visita della struttura. La soddisfazione di chi sceglie Caposperone è la mission del mio lavoro». Dalla reception si diramano i vari settori che rendono questo spazio l’affermazione di una sensazione di magia che, numeri alla mano, grazie ad una crescita graduale che ha sempre puntato sulla qualità dell’offerta da regalare a chi vuole vivere l’essenza della serenità, si manifesta in chi ha l’intenzione di lasciare impresso un ricordo indelebile nel proprio vissuto: «È fondamentale – ha concluso il capo della reception dell’azienda palmese – coordinare il lavoro cercando di far convergere l’offerta tra hotel, ristorante e con la nuova spa creiamo pacchetti ed offerte per invogliare l’ospite a venire nella nostra struttura. Essenziale, inoltre, è la collaborazione interna tra i vari reparti ma la reception rappresenta il punto centrale di ogni struttura, è comunicazione ed accoglienza per tutte le persone che scelgono Caposperone».

Francesco Scravaglieri

Chef executive 

Negli sconfinati orizzonti di servizi offerti dalla squadra della struttura palmese anche soddisfare il palato assume un valore rilevante, le portate preparate da professionisti talentuosi e di alta qualità permettono agli ospiti del resort di “cibarsi” non solo di emozioni. Puntare sulla qualità ha sempre premiato le scelte imprenditoriali del gruppo, discorso che è stato applicato con successo anche nei menù offerti da Caposperone, come spiegato dall’executive chef, Francesco Scravaglieri: «L’azienda – ha dichiarato lo chef – ci aiuta a proporre dei prodotti del territorio, in menù abbiamo qualcosa di tradizionale ma rivisitato, molti alimenti freschi e a chilometro zero, facciamo una cucina rispettando il prodotto che viene lavorato con una serie di cotture brevi. Il nostro intento è quello di tenere la materia prima fresca, il più viva possibile». Senso di appartenenza al territorio, una cucina che si apre alle novità, portate già consolidate che stuzzicano il gusto dei visitatori: «I nostri piatti forti – ha proseguito lo chef – sono principalmente a base di pesce, con un gamberetto del nostro mare col quale prepariamo diversi risotti. Quest’anno il nostro cavallo di battaglia è un risotto mantecato con burrata fresca di bufala, gamberetto, pistacchio e profumo di limone. Un’altra proposta che sta andando tantissimo è una singola margherita ripiena di cernia, profumata con lardo di colonnata e rosmarino che viene servita sulla sua stessa salsa ed una vellutata di pomodorino rosso e mandorla tostata. Altra peculiarità sono i nostri buffet di aperitivi ed antipasti, caratterizzati da portate tradizionali ed internazionali, senza dimenticare la pasticceria che viene fatta in azienda grazie al lavoro di tre professionisti del settore».

Francesco Scravaglieri

Chef executive 

Negli sconfinati orizzonti di servizi offerti dalla squadra della struttura palmese anche soddisfare il palato assume un valore rilevante, le portate preparate da professionisti talentuosi e di alta qualità permettono agli ospiti del resort di “cibarsi” non solo di emozioni. Puntare sulla qualità ha sempre premiato le scelte imprenditoriali del gruppo, discorso che è stato applicato con successo anche nei menù offerti da Caposperone, come spiegato dall’executive chef, Francesco Scravaglieri: «L’azienda – ha dichiarato lo chef – ci aiuta a proporre dei prodotti del territorio, in menù abbiamo qualcosa di tradizionale ma rivisitato, molti alimenti freschi e a chilometro zero, facciamo una cucina rispettando il prodotto che viene lavorato con una serie di cotture brevi. Il nostro intento è quello di tenere la materia prima fresca, il più viva possibile». Senso di appartenenza al territorio, una cucina che si apre alle novità, portate già consolidate che stuzzicano il gusto dei visitatori: «I nostri piatti forti – ha proseguito lo chef – sono principalmente a base di pesce, con un gamberetto del nostro mare col quale prepariamo diversi risotti. Quest’anno il nostro cavallo di battaglia è un risotto mantecato con burrata fresca di bufala, gamberetto, pistacchio e profumo di limone. Un’altra proposta che sta andando tantissimo è una singola margherita ripiena di cernia, profumata con lardo di colonnata e rosmarino che viene servita sulla sua stessa salsa ed una vellutata di pomodorino rosso e mandorla tostata. Altra peculiarità sono i nostri buffet di aperitivi ed antipasti, caratterizzati da portate tradizionali ed internazionali, senza dimenticare la pasticceria che viene fatta in azienda grazie al lavoro di tre professionisti del settore».

Contact PersonRichiedi Consulenza

Eleonora Arcidiacono

Responsabile Mediterranean SPA

Mens sana in corpore sano: la locuzione latina è applicabile alla perfezione nel contesto creato dai leader che gravitano nel mondo di Caposperone. La progettualità di un evento, il piano stilato nell’ambito del proprio matrimonio, la voglia di evadere dalla routine quotidiana per rigenerarsi deve necessariamente tradursi in momenti di relax che permettono di godere a pieno delle proposte che l’azienda di Palmi propone nelle varie offerte stilate per creare simbiosi tra divertimento e momenti di assoluta quiete. In virtù di ciò, dunque, per rimarcare l’intenzione di Caposperone di accrescere la propria offerta per conquistare nuove realtà di mercato ed incentivare spazi da sogno che non rimangono più utopia, merita una menzione speciale la Spa realizzata in quei luoghi che avvolgono questo piccolo villaggio sorto nella bellezza naturale della Costa Viola. Ad occuparsi dell’organizzazione del servizio è Eleonora Arcidiacono, responsabile Spa Caposperone, designata dai vertici di questo progetto imprenditoriale vincente per coordinare le azioni volte a creare quel bisogno di tranquillità che Caposperone offre durante il soggiorno nella struttura: «Il mio compito principale – ha affermato Eleonora Arcidiacono – è quello di creare pacchetti per quanto concerne la Spa, sono anche massaggiatrice, ho un ruolo primario in tale ambito e coadiuvo il lavoro insieme ad altre collaboratrici. I vari pacchetti di Spa sono personalizzabili a qualsiasi tipo di coppia. C’è il classico percorso benessere insieme ad altre tipologie di offerte che abbiamo solo noi in Calabria e quindi si caratterizzano per l’esclusività». Puntare sulla ricerca di settore per raggiungere la perfezione muove la quotidianità di Caposperone, esplorare nuovi confini per scoprire spazi non ancora valicati è il pensiero fisso in testa di Giuseppe Di Francia, diventare marchio di fabbrica in tutte le manifestazioni offerte è il bollino di qualità di una delle strutture di riferimento della Piana di Gioia Tauro. Aspetti, questi, che trovano riscontro nelle parole di colei che guida la ricerca di attimi di serenità per gli ospiti dell’area: «Il relax – conclude Eleonora Arcidiacono -, per noi, deve essere necessariamente reale. Puntiamo sull’esclusività di coppia. Venire a Caposperone significa scoprire ciò che noi offriamo perché è particolare, studiato nel dettaglio, ed offre servizi che non si sono mai visti in Calabria».

LAVORA CON NOI

Vuoi entrare a far parte dello staff Caposperone Resort? Invia il tuo curriculum, valuteremo la tua candidatura in base alle posizioni aperte.

Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa privacy resa ai sensi dell'Art. 13 Regolamento Europeo 679/2016, e di rilasciare il consenso al trattamento dei dati personali, per le finalità ivi indicate.

WhatsApp chat